Home

Gruppi di lavoro

Per progredire nella riflessione la Convenzione ha scelto di organizzare gruppi di lavoro su temi specifici difficili da approfondire durante le sessioni plenarie.
Nell'arco dei lavori della Convenzione potranno essere costituiti altri gruppi di lavoro.

Ogni gruppo si riunisce per trattare questioni sulle quali deve formulare pareri approfonditi.
Al termine di ogni riunione dei gruppi di lavoro viene pubblicata una nota riassuntiva..

Gruppo I

Sussidiarietà:


Secondo il principio di sussidiarietà l'Unione - salvo nei settori in cui la sua competenza è esclusiva - interviene unicamente allorché la sua azione è più efficace rispetto ad un'azione intrapresa a livello nazionale, regionale o locale. Si tratta di un principio di base del funzionamento dell'Unione.

Quesiti:
Come garantire nel modo più efficace il controllo del rispetto del principio di sussidiarietà? Occorre creare un meccanismo o una procedura di controllo? Tale procedura deve essere di natura politica e/o giuridica?

Gruppo "Sussidiarietà"


Gruppo II

Carta europea dei diritti fondamentali:


Elaborata da una convenzione, la Carta europea dei diritti fondamentali è stata adottata il 18 dicembre 2000. Essa stabilisce i valori morali ed etici comuni all'insieme degli Stati dell'Unione.

Quesiti:
Se si decide di inserire la Carta dei diritti fondamentali nel trattato, quali sono le migliori modalità per farlo e quali ne sarebbero le conseguenze? Quali sarebbero le conseguenze di un'eventuale adesione della Comunità/Unione alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo?

Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea
Gruppo "Carta"


Gruppo III

Personalità giuridica:


L'Unione europea è nata dal trattato di Maastricht nel 1993, ed è presentata dal trattato come « una nuova tappa nel processo di creazione di un'unione sempre più stretta tra i popoli dell'Europa». L'Unione poggia su tre « pilastri », il primo relativo alla dimensione comunitaria (politica agricola comune, trasporti, mercato interno, ecc.); il secondo relativo alla politica estera e di sicurezza comune; il terzo relativo alla cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale.
L'Unione non gode tuttavia in modo esplicito di una personalità giuridica.

Quesiti:
Quali sarebbero le conseguenze di un riconoscimento esplicito della personalità giuridica dell'Unione? E le conseguenze di una fusione della personalità giuridica dell'Unione e di quella della Comunità europea? Possono contribuire alla semplificazione dei trattati?

Per maggiori informazioni sull'Unione e le sue politiche : 10 leçons sur l'Europe
Gruppo "Personalità giuridica"


Gruppo IV

Parlamenti nazionali:


Come puntualizzato dalla dichiarazione di Laeken : "Il progetto europeo trae la propria legittimità anche da istituzioni democratiche, trasparenti ed efficienti. Anche i parlamenti nazionali contribuiscono alla legittimazione del progetto europeo.". La dichiarazione relativa al futuro dell'Unione, allegata al trattato di Nizza, aveva già sottolineato la necessità di esaminare il ruolo dei parlamenti nazionali nella costruzione europea.

Quesiti:
Come si esercita il ruolo dei parlamenti nazionali nell'attuale architettura dell'Unione europea? Quali sono le disposizioni nazionali che danno i migliori risultati? È necessario prevedere nuovi meccanismi/procedure a livello nazionale o europeo?

Dichiarazione di Laeken
Trattato di Nizza
Gruppo "Ruolo dei Parlamenti nazionali"


Gruppo V

Competenze complementari:


Le competenze complementari sono i settori per i quali l'Unione/Comunità si limita a completare o a sostenere l'azione degli Stati membri, o ad adottare misure di incentivazione o di coordinamento.

Quesiti:
Come trattare in futuro le competenze dette « complementari»? È opportuno attribuire agli Stati membri competenza totale per le materie nelle quali attualmente l'Unione ha una competenza complementare, o occorre esplicitare i limiti della competenza complementare dell'Unione?

Gruppo "Competenze complementari"


Gruppo VI

Governance economica:


Il neologismo "governance" riunisce in sé svariati concetti: quello di buona gestione, di organizzazione efficace, di trasparenza e di responsabilità.
La sintesi di questi quattro concetti in un unico termine è ovviamente essenziale per l'avvenire dell'Europa.

Quesiti:
L'introduzione della moneta unica implica una cooperazione economica e finanziaria più stretta. Quali forme può assumere tale cooperazione?

Gruppo "Governance economica"


Composizione dei gruppi di lavoro
Sessioni
Parole chiave