Home

Parole chiave

Acquis comunitario

L'acquis comunitario corrisponde alla piattaforma comune di diritti ed obblighi che vincolano l'insieme degli Stati membri nel contesto dell'Unione europea. Esso è in costante evoluzione ed è costituito:

    · dai principi, dagli obiettivi politici e dal dispositivo dei trattati;

    · dalla legislazione comunitaria e dalla giurisprudenza della Corte di giustizia;

    · dalle dichiarazioni e dalle risoluzioni adottate nell'ambito dell'Unione;

    · dagli atti che rientrano nella politica estera e di sicurezza comune;

    · dagli atti che rientrano nel contesto della giustizia e degli affari interni;

    · dagli accordi internazionali conclusi dalla Comunità e da quelli conclusi dagli Stati membri tra essi nei settori di competenza dell'Unione.

Allorché nuovi paesi aderiscono all'Unione europea, una delle condizioni per la loro adesione è che si conformino integralmente all'acquis comunitario.

Cfr :

Contesto istituzionale unico
Pilastri del trattato sull'Unione europea

Allargamento

Nella Comunità europea si sono succedute quattro fasi di nuove adesioni, con il risultato che nove paesi si sono finora aggiunti ai sei paesi fondatori, che sono la Germania, il Belgio, la Francia, l'Italia, il Lussemburgo e i Paesi Bassi. Le date di tali ampliamenti sono le seguenti:

    · 1973 : Danimarca, Irlanda e Regno Unito;

    · 1981 : Grecia;

    · 1986 : Spagna e Portogallo;

    · 1995 : Austria, Finlandia e Svezia.

Per aderire all'Unione europea, ogni paese candidato deve ottemperare a un certo numero di criteri stabiliti nel 1993 dal Consiglio europeo di Copenaghen (criteri di Copenaghen).

La prossima ondata di adesioni dovrebbe essere accompagnata da una riforma delle istituzioni, al fine di garantire un funzionamento efficace dell'Unione europea con un numero di membri considerevolmente più alto.

Approfondimento / Integrazione

L'approfondimento designa un'azione volta a vincolare maggiormente gli Stati membri, consolidando e sviluppando gli elementi che li uniscono (si parla spesso anche di integrazione): fanno parte di questa dinamica l'unione doganale, il mercato comune e le politiche connesse e, successivamente, la zona euro. L'approfondimento è stato spesso presentato come un preliminare per l'allargamento.

Cfr :

Allargamento

Astensione costruttiva (astensione positiva)

Nell'ambito della politica estera e di sicurezza comune (PESC), l'astensione costruttiva significa che, all'atto del voto in sede di Consiglio, uno Stato membro si astiene, ma l'astensione non osta all'unanimità.

Lo Stato membro in questione non è tenuto ad applicare la decisione, ma deve comunque accettare che quest'ultima vincoli l'Unione. Di conseguenza, lo Stato membro deve astenersi da qualsiasi comportamento che possa essere in antinomia con l'azione dell'Unione che ha come fondamento la decisione stessa.

Azione comune (Politica estera e di sicurezza comune - PESC)

Questo termine designa un tipo di atto giuridico vincolante che può essere adottato dal Consiglio nell'ambito della PESC.

Le azioni comuni sono previste per specifiche situazioni nelle quali si considera necessario un intervento operativo dell'Unione. Esse stabiliscono gli obiettivi, la portata, i mezzi da mettere a disposizione dell'Unione, le condizioni di attuazione e la durata di tali interventi.

Cfr.:

Consiglio dell'Unione europea (Consiglio)
Consiglio europeo
Politica estera e di sicurezza comune (PESC)