Home

Parole chiave

Maggioranza qualificata

La maggioranza qualificata corrisponde al numero di voti che devono essere raccolti in Consiglio per poter adottare una decisione allorché il trattato lo richiede. Il voto degli Stati membri è ponderato come segue, in base alla loro popolazione, e corretto a favore dei paesi meno popolati: Germania, Francia, Italia e Regno Unito: 10 voti; Spagna: 8 voti; Belgio, Grecia, Paesi Bassi e Portogallo: 5 voti; Austria e Svezia: 4 voti; Danimarca, Irlanda e Finlandia: 3 voti; Lussemburgo: 2 voti. La soglia della maggioranza qualificata è fissata a 62 voti su 87 (71% dei voti).

Cfr :

Consiglio dell'Unione europea
Ponderazione dei voti nell'ambito del Consiglio
Unanimità

Maggioranza qualificata rafforzata

L'idea di avvalersi di una maggioranza qualificata rafforzata discende dalla convinzione, condivisa da alcuni Stati membri, che il mantenimento della regola dell'unanimità porterebbe frequentemente alla paralisi in un'Unione allargata. In alcuni casi, quindi, il ricorso all'unanimità potrebbe essere sostituito dal ricorso alla maggioranza qualificata rafforzata, ossia una maggioranza superiore alla soglia normale del 71% dei voti che caratterizza generalmente il voto maggioritario.

Cfr :

Maggioranza qualificata
Unanimità

Metodo comunitario e intergovernativo

Il metodo comunitario designa il modo di funzionamento istituzionale del primo pilastro dell'Unione europea. Esso poggia su una logica di integrazione ed è segnatamente caratterizzato dai principali elementi seguenti:

    · monopolio del diritto d'iniziativa della Commissione;

    · ricorso generalizzato al voto a maggioranza qualificata in sede di Consiglio;

    · ruolo attivo del Parlamento europeo, spesso colegislatore insieme al Consiglio;

    · uniformità di interpretazione del diritto comunitario garantita dalla Corte di giustizia.

Il metodo, che si applica al secondo e terzo pilastro, presenta delle affinità con il cosiddetto metodo intergovernativo, dal quale si differenzia per il fatto che la Commissione condivide il diritto d'iniziativa con gli Stati membri, che il Parlamento europeo è informato e consultato e che il Consiglio può adottare degli atti vincolanti. Come regola generale, il Consiglio delibera all'unanimità.

Cfr :

Corte di giustizia
Diritto d'iniziativa
Maggioranza qualificata
Pilastri dell'Unione europea